Un corretto trattamento e piccole attenzioni quotidiane permettono di conservare nel tempo le qualità tattili ed estetiche del tappeto.

Cura e Manutenzione

Un corretto trattamento e piccole attenzioni quotidiane permettono di conservare nel tempo le qualità tattili ed estetiche del tappeto. Oltre alla qualità della tecnica di lavaggio, che per il tappeto fatto a mano deve rigorosamente essere professionale, esistono infatti alcuni importanti accorgimenti consigliati. Durante la prima fase di utilizzo di un tappeto artigianale potrebbero verificarsi alcuni inconvenienti. Conoscerli e sapere come affrontarli può aiutare l’utente a prevenire eventuali danni irreversibili.

Utilizzo Aspirapolvere
Effettuare movimenti dolci con modalità a bassa intensità. Utilizzare spazzatrici e accessori manuali, e in alternativa l’aspirapolvere normale senza barre battitore. Azionare sempre nella direzione del vello, riconoscibile dal tocco morbido e liscio. Evitare di insistere su bordi e frange.

Pulizia Localizzata
Intervenire immediatamente: il tempo è un fattore determinante per il successo dell’opera. Utilizzare un panno di cotone bianco, smacchiare delicatamente con acqua e sapone di Marsiglia, risciacquare e tamponare. Ripristinare il vello nella direzione originale.

Scolorimento
Si consiglia di evitare o di ridurre al minimo l’esposizione diretta ai raggi solari. La rotazione periodica garantisce l’omogeneità dell’eventuale variazione cromatica.

Spargimento
Processo inevitabile nei tappeti in lana e in viscosa, lo spargimento consiste nella perdita di piccole quantità di vello soprattutto nella prima fase di utilizzo. Generalmente si riduce dopo i primi mesi di utilizzo o dopo 20/25 trattamenti con aspirapolvere.

Fili (o Germogli)
Un’elevata usura del tappeto spesso comporta la creazione di fibre libere dette “germogli“, specie nei tappeti filati a mano intrecciati o dalla tessitura piatta. Si consiglia di tagliare i fili che eccedono dal vello con delle forbici, facendo attenzione ad evitare le fibre circostanti.

Forte Usura o Impronte
Ruotare periodicamente il tappeto aiuta a distribuire i segni di passaggio in tutte le aree del prodotto, uniformandone l’estetica e attenuando la percezione delle aree consumate. I materiali più soggetti a usura sono la seta, la viscosa e la lana a pelo alto.

Pieghe
Nel primo periodo possono presentarsi delle pieghe, dovute alla posizione del prodotto durante la spedizione. Solitamente sono sufficienti 2 settimane di utilizzo perché spariscano, ma per velocizzare l’operazione si consiglia di arrotolare in tappeto nella direzione inversa.

Cura Estetica
Periodicamente è possibile igienizzare e ridare brillantezza ai colori del tappeto. Utilizzare un panno di cotone bianco, accarezzare delicatamente tutta la superficie del tappeto con aceto bianco diluito con acqua.

Odore
Per eliminare l’odore che il tappeto può rilasciare una volta rimosso dall’imballo è sufficiente arieggiare l’ambiente per qualche giorno.

Stoccaggio
Conservare il tappeto in un luogo asciutto, pulito, ventilato e protetto dai raggi solari. Il tappeto va arrotolato con il vello all’interno e imballato sotto naftalina in un sacco di nylon. Si consiglia inoltre di mantenerlo in posizione verticale e di non appoggiarci sopra oggetti pesanti.

Rete Antiscivolo
Materiale: lattice di gomma. Posizionare la rete antiscivolo sotto il tappeto aiuta a renderlo più stabile con maggiore adesione al pavimento, evitando così la formazione di pieghe e il rischio di scivolare. Si consiglia in particolare l’uso della rete antiscivolo con pavimenti in legno o marmo.